investire in intelligenza artificiale

Investire in intelligenza artificiale e tecnologie innovative per la gestione del processo di recruiting può sembrare un’azione giustificata solo se si ha a che fare con grandi aziende, Agenzie per il Lavoro o società di ricerca e selezione (specialmente alla luce degli alti numeri di CV con i quali lavorano quotidianamente). In realtà, investire in soluzioni di intelligenza artificiale rappresenta una mossa strategica anche per la crescita di piccole e medie imprese. Vediamo quindi perché le PMI dovrebbero farlo, quali sono i vantaggi e quali gli effetti sulla gestione del processo di recruiting.  

Intelligenza artificiale in azienda

Secondo uno studio condotto dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, la percentuale di aziende che hanno messo a punto progetti di intelligenza artificiale è in continuo aumento. Allo stato attuale, questi sono operativi nel 53% delle medie-grandi imprese italiane.

Dal settore finanziario a quello manifatturiero, le tecnologie di intelligenza artificiale vengono accolte positivamente da molte realtà che ne stanno facilitando l’affermazione sul mercato del lavoro. Nonostante ciò però, e come dimostrato dallo studio sopracitato, è più facile ritrovare soluzioni di Artificial Intelligence (AI) all’interno di grandi aziende (61%) rispetto a medie organizzazioni (21%).

Ma per quale motivo le piccole e medie imprese non investono in soluzioni di intelligenza artificiale? E perché sarebbe bene iniziare a farlo?

Perché investire in intelligenza artificiale?

Il mercato dell’intelligenza artificiale è cresciuto del 15% rispetto al 2019 e ha raggiunto in Italia il valore di 300 milioni di euro.

Un dato sicuramente positivo per il mercato dell’IA e che, come possiamo immaginare, è alimentato in gran parte dai cospiscui investimenti delle grandi aziende.

Startup e piccole e medie imprese devono confrontarsi con budget e strategie di investimento differenti non solo rispetto alle grandi aziende, ma anche tra loro. Nonostante questo, investire in tecnologie di intelligenza artificiale può rappresentare una grande opportunità per le PMI. Parliamo sia di un’opportunità di crescita dell’azienda in sé, sia di come viene percepita rispetto alle altre aziende e al mercato di riferimento: più competitiva e all’avanguardia.

I vantaggi dell’intelligenza artificiale per aziende e PMI

Le tecnologie di intelligenza artificiale vengono adottate dalle aziende per diversi motivi. Tra le ragioni che dovrebbero spingere le PMI ad investire in soluzioni di intelligenza artificiale, non c’è solo la crescita aziendale ma anche i numerosi vantaggi per il proprio business:

  • Approccio data- driven: seguendo i dati, l’IA accompagna le persone dell’azienda nei processi decisionali e aiuta a mettere a punto strategie di business più efficaci per migliorare la gestione delle attività e, attraverso analisi predittive, incrementare i profitti.
  • Strumenti e tecnologie smart: l’intelligenza artificiale è uno dei trend più forti degli ultimi anni. Introdurla in azienda significa mettere a disposizione delle persone strumenti innovativi e all’avanguardia capaci di rispondere a specifiche e sempre nuove esigenze, oltre che a sgravare le risorse di lavori prettamente analitici e ripetitivi.
  • Engagement delle risorse umane: l’introduzione di tecnologie di IA in azienda incide sul coinvolgimento dei dipendenti e dei candidati. Se da un lato questo impatta sulle competenze e sull’upskilling e reskilling dei propri dipendenti (che devono essere in grado di confrontarsi con questa nuova realtà), dall’altro è un forte deterrente per l’attrazione di nuovi talenti.
  • Recruiting e attrazione dei talenti: si tratta di uno dei settori in cui gli effetti dell’intelligenza artificiale sono più evidenti. Tra i principali benefici dell’IA, aiuta ad accelerare le attività di ricerca e selezione, a rendere più efficace la ricerca dei candidati e a ridurre il tempo impiegato dal recruiter per svolgere attività manuali e ripetitive.

PMI e la gestione dei talenti

Come abbiamo accennato, quello di recruiting e Talent Acquisition è uno degli ambiti in cui l’intelligenza artificiale risulta particolarmente produttiva e lo dimostrano anche la nascita di tecnologie ad hoc, pensate per migliorare e potenziare il processo di recruiting, proprio come Inda.

Il più grande vantaggio che l’IA porta nella gestione dei talenti è dato dalla sua capacità di confrontarsi con elevati numeri di candidature senza compromettere l’efficacia dei risultati, ma anche di estratte ed analizzare automaticamente i dati, alimentando il database CV e migliorando, al tempo stesso, l’esperienza dei candidati; di essere precisa nella ricerca fornendo al recruiter gli strumenti necessari per cercare il candidato giusto, ecc.

Con Inda puoi fare questo e tanto altro: puoi garantire ai candidati la compilazione automatica dei form di candidatura, puoi cercare il candidato più qualificato e in linea con il tuo annuncio scandagliando il tuo database CV con la ricerca semantica oppure puoi generare e condividere facilmente CV anonimi con i tuoi colleghi e clienti in caso di selezioni in outsourcing.

Richiedi subito una demo di Inda!

Questi sono solo alcuni dei vantaggi che possono spingere le PMI ad investire il loro budget in progetti di intelligenza artificiale: un mercato che sicuramente continuerà a crescere, a richiedere e sviluppare le competenze (digital skills) delle persone e ad attrarre nuove e specifiche figure professionali che contribuiranno alla crescita dell’azienda.

Recent Posts

bias e intelligenza artificiale
job matching definizione
investire in intelligenza artificiale
ATS e intelligenza artificiale
CV anonimo e blind recruitment

CONTATTI

+39 011 586 2407
Via Amedeo Avogadro, 20 – Torino
Via Caviglia 11 –  Milano

Copyright © 2021 Inda

Inda è una soluzione di Intervieweb S.r.l. Società del gruppo Zucchetti P.IVA: 10067590017

Privacy policy   Cookie policy